Cowboys 34 – Rams 31 – After Further Review – Defense Edition

September 25, 2014
Lui si era davvero il più Grande

Lui si era davvero il più Grande

Mio padre era un grande appassionato di Boxe, ogni volta che c’era un incontro in notturna (e allora Sky era soltanto la traduzione di cielo in inglese) si puntava la sveglia alle 2:00 del mattino o giù di lì per vederselo. Spesso erano il Sabato notte e quindi, all’inizio più per il gusto di stare con lui sul divano che per altro, lo pregavo di svegliare anche me. La maggior parte delle volte non duravo nemmeno un round, ma piano piano mi appassionai anche io a questo sport, per abbandonarlo nel post Tyson, quando tutto diventò solamente un baraccone mediatico e si perse molto del vero spirito della Boxe. No non vi preoccupate, l’amarcord finisce qui, ma rivedendo la vittoria di Domenica dei Cowboys m’è tornato in mente di quando Papà mi spiegava che, a parte Alì che era il più Grande e faceva categoria a se, esistevano i picchiatori, quelli che si mettono al centro del ring e incominciano a dartele di santa ragione da gong a gong per, allora, 15 Rounds. E gli incassatori, che ti fanno sfogare, si proteggono meglio che possono e quando sei stanco ti assestano un uno-due che ti manda al tappeto. Se ci pensate la questione nel Football non è molto diversa, una Difesa la partita la può vincere maltrattandoti, usandoti come zerbino e legnandoti dal primo all’ultimo minuto, in stile Seahawks. O può anche subire guadagni importanti e punti ma, a patto che l’Attacco abbia saputo rispondere e tenere botta, può fare due giochi che alla fine ti vincono la partita. Ecco per la Difesa dei Cowboys domenica è andata proprio così. (more…)

0

Claiborne lascia l’allenamento…avanti il prossimo

September 24, 2014

Caliborne benched

E’ ormai una notizia che non è più una notizia, ma vale la pena di spenderci due parole. Ieri Claiborne ha lasciato l’allenamento dopo che gli è stato comunicato che il ruolo di starter sarebbe stato rivestito da Orlando Scandrick. La mossa arriva anche dopo qualche infelice dichiarazione di JJ, in cui affermava di aver fatto un pessimo investimento tradando per salire a scegliere Claiborne al Draft. Ora certo è comprensibile l’amarezza del giocatore, e non è molto intelligente l’uscita pubblica di JJ, ma è altresì vero che il posto da titolare di Scandrick era cosa conclamata dall’inizio, e solo la squalifica l’ha ritardata. In più il ruolo del CB deve vedere giocatori con una mentalità da combattenti, pronti ad affrontare qualsiasi avversità e altrettanto pronti a mettersela alle spalle, buttare le carte all’aria e andarsene non è la risposta più adeguata al problema. Puoi essere il giocatore più talentuoso del mondo ma se dentro di te non brucia il sacro fuoco della redenzione, non vai da nessuna parte. Ci sarà dietro dell’altro ? Può anche essere, ma non lo possiamo sapere. Non ho ancora visto reazioni alla faccenda, ma quello che mi aspetto è che Claiborne non scenda in campo Domenica, e questo dovrebbe mandare a tutti un chiaro messaggio di assunzione di responsabilità per gli atti compiuti. E’ un momento chiave della stagione, e invece di prime donne, abbiamo bisogno di gente che morde il freno ed è pronta a versare sino all’ultima stilla di sudore per provare a vincere. E’ il turno di Scandrick e di Moore ora, e sono certo che la pasta di cui sono fatti è quella dei lottatori…fino alla fine.

3

Risultati e Classifica Pick’em Week 3 e Pronostici Week 4

September 24, 2014

newpickemimage

Classifica Pick'em 2014 - Week 3

NOMEWEEK 3TOTALE
Marc250810
Massimo270770
Giampi220740
azazel250710
Leonardo240690
Mark280690
Mat230680
Marco270670
Tonyb230650
Daniele280620
ITPABAX220590
Max77210560
Fabio170530
Robys900500
Andrea250490
Ennio240430
(more…)

15

Cowboys 34 – Rams 31 – After Further Review – Offense Edition

September 24, 2014

Bryant stl

Non mi dilungherò in introduzioni, ma vale la pena ricordare qualche dato che, a patto di dimenticare il primo tempo con i 49ers, ci da un indicazione dell’efficienza dell’attacco dei Cowboys. Da quel maledetto primo tempo i Cowboys hanno avuto la palla 25 volte segnando in 13 di queste occasioni. I drives da 10 o più giochi sono stati negli ultimi due anni 41 in totale, che ci valgono l’ultimo posto nella NFL con Miami. Solo in queste prime 3 gare ne abbiamo messi insieme 9 mettendo punti in 8. A mio parere tutto ciò grazie ad un attacco bilanciato e determinato che vede nei 3 fumbles di Murray l’unico vero neo (4 consecutivi se ci attacchiamo quello ne primo quarto della partita con Philadelphia, ultima dello scorso campionato). Fumbles abbastanza inspiegabili, data la passata affidabilità del giocatore, ma che, se visti in più ampia proporzione (carriera) non ci dovrebbero allarmare più di tanto. Il fatto di essere nel contract year potrebbe aver messo un po’ di pressione su Murray indicendolo a tentare e rischiare oltre il dovuto. Ma quello che deve davvero renderci felici è l’efficienza sui terzi down, come dicevo anche nell’editoriale sulla partita coi Rams. Da 32mi lo scorso anno, a terzi quest’anno è un passo davvero da gigante, inoltre se le Difese si concentrano sui soliti Witten o Bryant, ecco che la palla viene magicamente distribuita tra i vari Beasley, Escobar, Williams e Dunbar. Passiamo ora ai numeri. (more…)

1

Aspettando New Orleans

September 22, 2014
Solo 4 ricezioni ... ma pesantissime. Grazie #82

Solo 4 ricezioni … ma pesantissime. Grazie #82

Ci stavo già pensando questa mattina in macchina, poi ho letto il commento di Valter e ho pensato di mettere giù alcuni dei miei sconclusionati pensieri serali.

Come nelle ultime 4 stagioni siamo 2-1.
Ammettetelo: quanti di voi hanno mandato al diavolo Claiborne durante tutta la partita e anche 2 secondi prima dell’intercetto (io lo ammetto ho pensato: “ecco, ancora da quella parte, altre 15 yards buttate nel cesso”)
Dopo una partita persa alla distanza e una vinta alla distanza, anche se i Rams non sono Seattle e Denver, abbiamo vinto un match punto-punto. Bene, l’anno scorso non è capitato spesso (mi vengono i brividi a ripensare a GreenBay, Detroit, Denver, …).
A Romo mancano ancora i lanci, ma almeno ieri abbiamo visto qualche Romoulesque (come ha detto Stephen Jones).
Grandissimo il primo down in corsa, goffissima la scivolata. Ho avuto il timore che si fosse fatto male da solo (oltre al fatto che 3-4 yards le avrebbe fatte ancora in comodità). Ma accontentiamoci.
Dopo McClain e Durant, ieri si è di nuovo infortunato di nuovo Melton (Hamstring per lui la diagnosi).
Quindi per parlare di questioni legate vicino all’inguine, io lancio una bomba: è il momento di ATTIVARE MICHEAL SAM.
Il pass-rush di Dallas è disastroso, allora giochiamocela questa carta. Mettiamo in campo un ragazzo che non ha niente da perdere, anzi è un ragazzo che giocherebbe ogni snap come fosse il più importante della sua vita, fino a prova contraria ha dimostrato di essere un mastino come pass-rusher (more…)

5

Cowboys 34 – Rams 31 – Stick with the Gameplan

September 22, 2014
Linehan ha mostrato a Garrett che il gameplan non si usa solo per coprirsi la bocca

Linehan ha mostrato a Garrett che il gameplan non si usa solo per coprirsi la bocca

Ancora una vittoria, una su cui non credo molti contassero dopo essere finiti sotto 0-21 in quella maniera, una vittoria con una rimonta che ha reso spettacolare una gara che per le premesse spettacolare non doveva essere. Una vittoria che segna un record per la vittoria ottenuta nei tempi regolamentari, con la rimonta più ampia di sempre nella storia dei Cowboys. La seconda vittoria consecutiva in trasferta, roba che non sto nemmeno a dirvi, basta pensare che ne abbiamo vinte 3 solo tutto lo scorso anno di partite in trasferta. Una vittoria che arriva alla vigilia di una serie di partite che ci vedrà giocare all’AT&T per 5 gare su 6, con il viaggio a Seattle e la partita in campo neutro di Londra. E quando il 23 Novembre viaggeremo fino in New Jersey, sapremo molto di più di questa squadra, due mesi in cui potremmo ritrovarci a battagliare per la Division a 7-3, o ad un più famigliare 4-6 pensando al prossimo Draft e al prossimo Head Coach. Due mesi di fuoco che molto ci diranno a partire dal prossimo Sunday Night con i Saints. (more…)

0

Cowboys 34 – Rams 31 – Post Game Report

September 22, 2014
28 realizzazioni consecutive, nuovo record per l'infallibile Bailey

28 realizzazioni consecutive, nuovo record per l’infallibile Bailey

Con le reazioni post partita partiamo dal duo Carter – Claiborne, spesso criticati ed in difficoltà, e autori ieri di due intercetti decisivi ai fini della vittoria finale. Partiamo da Carter che ha giocato ieri in posizione di Will LB ed ha messo a segno, oltre all’intercetto, 12 placcaggi “Mi sento bene, all’inizio dell’anno mi sono fatto una promessa, andare tutte le volte in campo a dare il massimo, pensando a divertirmi a prescindere da cosa sarebbe successo. Se avessi commesso un errore mi sarei immediatamente concentrato sul gioco successivo, stessa cosa se avessi segnato un TD. Quando oggi ho segnato il mio TD, Coach Eberfluss mi ha subito gridato “Next Play, Next Play” ed è questo il mio approccio oggi” Morris Claiborne ha avuto un’altra partita difficile, dove ad un certo punto sembrava che il QB avversario cercasse apposta il suo uomo. Anche sull’ultimo gioco il tentativo della disperazione è andato dalla sua parte, ma stavolta la copertura di Claiborne è stata buona “Ero in copertura a uomo, ho visto che il ricevitore ha avuto una partenza verso l’esterno e ho immaginato che fosse una traccia lunga. Mi sono girato e cercato di giocare sulla palla, sono stato sufficientemente fortunato ad effettuare l’intercetto” (more…)

0

Cowboys 34 – Rams 31 – Una furiosa rimonta

September 22, 2014
Due intercetti che hanno salvato la giornata

Due intercetti che hanno salvato la giornata

Ci siamo ragazzi, eccoci a St. Louis, di fronte ci troviamo i rattoppati Rams , Go Cowboys!!!! Primo drive dei Rams  molto convincente,  gli arieti ci colpiscono a  lungo e duramente sfruttando tutte le nostre lacune. Tante tante corse, proposte in ogni forma,  fruttano ai Rams la red zone e le nostre 3 Yard. Dopo averci colpito con le cose ci si aspettava qualche gioco sui TE e i Rams lo fanno al momento giusto, palla in mano al QB Davis, il TE Lance Kendricks si allarga sulla nostra destra vagamente marcato da Mincey, e il TD è l’ovvia conseguenza: 0-7.

Scende in campo il nostro attacco, Harris ci permette di partire dalle 23, cerchiamo poco Murray, preferiamo giocare sul corto con Dez e chiudiamo un difficile down con Witten. Il drive sembra promettente ma ecco che il solito fantasma riappare, Romo per Murray che chiude facilmente il down ma cadendo il 29 perde la palla e Fumble… il terzo in 3 partite sempre nel primo quarto.

Palla ai Rams il menù non cambia, tanta corsa e quando una penalità offensiva sembrava aver bloccato l’impeto degli arieti, ecco che Davis si gioca un 3 e 13 arretrando fino al centro del campo e connette con un lungo lancio sulla sua sinistra con Brian Quick. Il WR è marcato approssimativamente e facilmente riceve quel pallone che arriva da lontano e lo porta in endzone: 0-14.

La nostra vibrante risposta si conclude con un orribile 3 & out; palla ai Rams che macinano campo e minuziosamente dispongono della nostra difesa, il QB Austin Davis sembra si sia trasformato in Payton Manning e, con l’aiuto dei RB Stacy e Cunningham, guadagna terreno fino alle nostre 45 dove finalmente riusciamo a fermare l’attacco di St. Louis e costringerli al punt. (more…)

5

Ritrovo ufficiale londinese per i lettori di True Blue

September 19, 2014

Ho pensato di darci una possibilità di incontro a Londra il giorno della partita con i Jaguars, per quello che concerne l’organizzazione potete fare riferimento all’apposito TOPIC nel Forum

0

In Deep Coverage – Cowboys vs Rams

September 19, 2014

Cowboys vs rams

E`arrivata la vittoria dei Cowboys che serviva. Faccio i complimenti a tutti i “ragazzi” della redazione di True Blue ed anche a tutti i tifosi Cowboys che ci seguono. Prima di cominciare a parlare della prossima week dico solo che è stato bello vedere usato di più Murray, era quello che serviva all’attacco, e Marinelli sta facendo giocare bene la difesa, sicuramente meglio di quel che mi potevo aspettare a questo punto della stagione. Insomma una gran bella vittoria per i Boys, che adesso trovano una squadra, i Rams, che è abbastanza in crisi, ma i ragazzi di Fisher hanno una difesa piena di talento. Avviso che è stato molto difficile analizzare i Rams su quanto mostrato fino ad ora in stagione, trovare punti di forza non è facile, ma non ostante tutto ciò, sarà molto importante non sottovalutarli visto che potrebbero anche avere ritrovato Shaun Hill.

Tendenze (tendencies):

- Short passing game underneath (Davis riparte da dove ha lasciato Bradford ovvero il maestro del Check Down)

Descriverla come una tendenza è forse un complimento, perché l’atteggiamento offensivo dei Rams non è certo esaltante, una West Coast costruita intorno al passing game corto ed intermedio, e non si vede molto altro. La zona principale del campo dove avvengono la maggior parte dei passaggi è il centro del campo 5-10 yd davanti al centro. A parte situazioni di Hail Mary a fine partita, i passaggi in profondità non si vedono, la maggior parte delle Yds guadagnate nel passing game, vengono da WR che riescono a trovare un po’ di spazio dopo la ricezione e corrono con la palla. Sopratutto grazie a questo l’attacco Rams è secondo in percentuale di passaggio col 70,8% ed è anche nella top 15 per Yards passate e media di Yds per passaggio (466 yd totali e 7.8 di media). Quindi per quanto possa essere noioso l’attacco Rams è efficiente e ha il suo senso. Il gioco di passaggio dei Rams si basa anche intorno allla play action, gioco che fino ad ora non sta rendendo molto visto l’inefficienza dell’attacco sulle corse in queste prime due settimane. Ovviamente con i vari cambiamenti sotto centro (da Shaun Hill nei primi due quarti a Minnesota a Austin Davis contro Tampa), e data anche l’inesperienza dell’ora QB Davis, si può capire che l’inabilita di segnare punti non è solo colpa degli schemi usati, ma anche degli interpreti.  (more…)

1